Approfondimento Smart Working - Servizio di adeguamento Organizzativo e Normativo.

  • Trainers
  • Massimo Ramello |

Il progetto di Adeguamento Organizzativo e Normativo

 

Premessa:

L’emergenza coronavirus sta accelerando una rivoluzione, un cambiamento strutturale che va incoraggiato, seguito e monitorato con attenzione, come mai accaduto finora.

Nell'ambito delle misure adottate dal Governo per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 (coronavirus), il Presidente del Consiglio dei ministri ha emanato il 1° marzo 2020 un nuovo Decreto che interviene sulle modalità di accesso allo smart working, confermate anche dal Decreto del 4 marzo 2020.

Come indicato nel DPCM dell'11 marzo 2020, si raccomanda venga attuato il massimo utilizzo, da parte delle imprese e della Pubblica amministrazione, di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza.

Ai sensi del Decreto legge del 17 marzo 2020, n. 18, e sino alla data del 30 aprile 2020, i lavoratori dipendenti disabili o che abbiano nel proprio nucleo familiare una persona con disabilità, hanno diritto di svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile, a condizione essa sia compatibile con le caratteristiche della prestazione. Inoltre, ai lavoratori del settore privato con ridotta capacità lavorativa è riconosciuta la priorità nell'accoglimento delle istanze di svolgimento delle prestazioni lavorative in modalità agile

Il lavoro agile (o smart working) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall'assenza di vincoli orari o spaziali e un'organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.

La definizione di smart working, contenuta nella Legge n. 81/2017, pone l'accento sulla flessibilità organizzativa, sulla volontarietà delle parti che sottoscrivono l'accordo individuale e sull'utilizzo di strumentazioni che consentano di lavorare da remoto (come ad esempio: pc portatili, tablet e smartphone).

Ai lavoratori agili viene garantita la parità di trattamento - economico e normativo - rispetto ai loro colleghi che eseguono la prestazione con modalità ordinarie. È, quindi, prevista la loro tutela in caso di infortuni e malattie professionali, secondo le modalità illustrate dall'INAIL nella Circolare n. 48/2017.

 

Operatività:

Il progetto si compone di una parte documentale, (slide, brochure, ecc.) i moduli didattici (dentro ai quali sono previste varie sessioni) ed un punto per prendere eventuali annotazioni.

In itinere potranno essere "accesi" - secondo necessità del/dei relatori - ulteriori servizi quali test, sessioni, collegamenti, avvisi, ecc. al fine di rendere sempre più efficace ed efficiente il servizio di "Accademia Formativa".

 

Service:

Il progetto prevede anche l'opzione "Service di supporto all'Ente".

Lo stesso si svolge secondo un dettagliato processo operativo descritto nel seguente documento:

Progetto di Adeguamento Organizzativo e Normativo

Per ogni approfondimento potete scrivere al servizio di supporto

 

Course Information

Coaches

Massimo Ramello

Massimo Ramello